Blog

Covid19: industria alimentare in caduta libera ma non quella Halal; World Halal Authority riunisce autorità internazionali in un webinar per aiutare le aziende a superare il 2021

Crisi sanitaria e crisi economica.

Due fenomeni che in questo momento storico vanno a braccetto mettendo in doppia difficoltà tutte le società mondiali, con dati allarmanti: a causa dei lockdown, le previsioni di contrazione del mercato sono gravi per il 60% delle imprese (arrivando almeno a un picco del 15%).

Si sente spesso ripetere, ormai, che la recessione sia una calamità che ci ha investiti già da un anno a causa della pandemia globale, molte attività si trovano costrette a chiudere i battenti per mancanza di mercato proprio per l’impatto che le restrizioni anticovid hanno avuto sull’economia; eppure, nonostante questa pesante battuta d’arresto, c’è chi se la passa meglio di altri.

Secondo lo States of global economy report, infatti, nel settore alimentare il mercato Halal subirà un calo molto più contenuto, che si stima aggirarsi attorno allo 0,2%.

Nonostante questo, un calo minimo è pur sempre un calo, e per evitare di andare incontro a situazioni più gravi la filosofia più giusta è quella di prevenire piuttosto che limitarsi a curare; ecco perché in questo mercato, World Halal Authority (www.wha-halal.org), autorità leader di settore, ha deciso di organizzare un importante evento via Webinar per andare incontro alle aziende che, in questo periodo di grandi cambiamenti e incertezze a livello economico (non solo la pandemia, ma ad esempio anche la Brexit), hanno bisogno di una guida per saper affrontare le difficoltà che stanno investendo il mercato a livello mondiale.

Svoltosi il 12 gennaio 2021, ha coinvolto come partecipanti centinaia di aziende a livello internazionale, esponenti della politica europea e autorità nel mondo Halal di grosso calibro.

Come relatori dell’evento sono state coinvolte le più influenti figure politche ed economiche dell’economia Halal tra cui İhsan Övüt, segretario generale dello Standards & Metrology Institute For Islamic Countries (SMIIC), l’istituzione che si occupa dell’armonizzazione degli standard Halal tra i 57 Paesi OIC per favorire il commercio e l’unione tra questi stati.

I temi affrontati hanno spaziato su tutto il mercato Halal, non solo alimentare dunque, che ha annoverato tra i suoi speaker Wuraola Ogundimu, trade manager presso il British Centres For Business negli Emirati Arabi, ma anche interventi dello statunitense dottor Rushdi Siddiqui, esperto di finanza islamica che ha anche affrontato il tema dell’innovazione, toccando argomenti quali startup e digitalizzazione dell’intera industria Halal.

La parola d’ordine dell’iniziativa è stata “reazione”; l’evento ha avuto lo scopo di illuminare le imprese che si inseriscono in questo mercato, mettendole in grado di avere una visione chiara delle condizioni e delle opportunità di questa economia, dando spunti per essere in grado di adattarsi alle nuove condizioni, sapersi reinventare e avere sempre uno sguardo volto al futuro e su come raggiungerlo.

Oggi più che mai, le aziende hanno bisogno di non essere abbandonate a loro stesse; “l’economia deve ripartire” è uno slogan politico che ormai è inflazionato, ma non significa nulla se non si pensa alle persone, alle imprese, alle realtà che ci sono dietro questa frase, che devono mandare avanti l’economia.

“Il nostro è un Paese splendido che  ha veramente tanto da offrire al mondo, anche se a volte ce lo dimentichiamo” dichiara il Dr. Mohamed Elkafrawy, CEO di World Halal Authority “in WHA siamo dell’opinione che se mettessimo le nostre aziende in condizioni più favorevoli, sicuramente i risultati che l’Italia potrebbe raggiungere sarebbero eccezionali. Continueremo a organizzare eventi che mettano le imprese nelle condizioni di superare questo duro momento, coinvolgendo le più grandi autorità e istituzioni di questo settore; ogni ente degno di questo nome avrebbe il dovere di fare questo e siamo nella speranza che (come le autorità internazionali) anche le istituzioni italiane ci supportino nel raggiungimento di questo straordinario obiettivo per il bene del Paese” .

Share

Contattaci per maggiori
informazioni

    Articoli recenti

    WORLD HALAL AUTHORITY PARTECIPA ALLA “HALAL BODIES CERTIFICATION 2020”

    WORLD HALAL AUTHORITY PARTECIPA ALLA “HALAL BODIES CERTIFICATION 2020”

    Quest'anno, a causa della pandemia globale di Covid19, si è svolta in via digitale l’11 edizione dell’𝗛𝗮𝗹𝗮𝗹 𝗖𝗲𝗿𝘁𝗶𝗳𝗶𝗰𝗮𝘁𝗶𝗼𝗻 𝗕𝗼𝗱𝗶𝗲𝘀 𝗖𝗼𝗻𝘃𝗲𝗻𝘁𝗶𝗼𝗻 (𝗛𝗖𝗕𝗖), un evento esclusivo di formazione annuale a cui partecipano solo gli organismi e gli enti più autorevoli nell’ambito...

    leggi tutto

    WHA è il frutto di una pluriennale esperienza nel mondo della Certificazione Halal e i servizi annessi. WHA è un Organo internazionale di Certificazione Halal indipendente e un’Autorità riconosciuta da moltissime Organizzazioni e Autorità nel mondo.